Il tuo account

Oltre la preghiera di Iabez - Allarga i tuoi confini, vai più a fondo, spingiti più lontano, vai oltre

Oltre la preghiera di Iabez - Allarga i tuoi confini, vai più a fondo, spingiti più lontano, vai oltre

  5.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.
Disponibilità
Terminato - Disponibile a breve
Nostro prezzo  €11,00

Descrizione

Quando preghi con passione, Dio non si limita ad ascoltare. Oltre la preghiera di Iabez riprende le riflessioni della Preghiera di Iabez e va ancora più a fondo. Testimonianze preziose di preghiere esaudite e un chiaro e coraggioso insegnamento biblico sgombrano il campo dai fraintendimenti sorti intorno alla Preghiera di Iabez. E' giusto chiedere per sè la benedizione di Dio? Le risposte contenute in queste pagine cancelleranno ogni dubbio e faranno risuonare la tromba che annuncerà un nuovo glorioso capitolo del tuo cammino con il Signore. Sei pronto? Dio è ancora all'opera e ti chiede di fare lo stesso.

Proprietà

ISBN: 9788880772606
Produttore:
Editrice Uomini Nuovi
Codice prodotto: 9788880772606
Peso: 0,260kg
Rilegatura: Brossura
Lingua: Italiano

Contenuto libro

LA MIA RICONOSCENZA; INTRODUZIONE - La piccola preghiera che tanto potè; Afferra il sogno di Dio; BENEDIZIONE DIVINA: PERSONE CHE HANNO PREGATO - "IL LUTTO IN DANZA" - La preghiera per la benedizione: uno sguardo ravvicinato; La preghiera per la benedizione: scaviamo più a fondo; La preghiera per la benedizione: realizzazione pratica; INFLUENZA PER DIO - PERSONE CHE HANNO PREGATO - "RETI DI RINNOVAMENTO IN RUANDA" - La preghiera per il territorio: uno sguardo ravvicinato; La preghiera per il territorio: scaviamo più a fondo; La preghiera per il territorio: la realizzazione pratica; POTENZA DIVINA - PERSONE CHE HANNO PREGATO - "UN'OFFERTA CHE NON POTEVAMO RIFIUTARE" - La mano di Dio: uno sguardo ravvicinato; La mano di Dio: scaviamo più a fondo; La mano dio Dio: la realizzazione pratica; PROTEZIONE DIVINA - PERSONE CHE HANNO PREGATO: "UNA DIPENDENZA SEGRETA" - La preghiera per la protezione: uno sguardo ravvicinato; La preghiera per la protezione: scaviamo più a fondo; La preghiera per la protezione: la realizzazione pratica; NUOVI ORIZZONTI CON DIO - Investimento importante, ritorno infinito.

Capitolo gratuito

Capitolo 1

Afferra il sogno di Dio!

Non molto tempo fa e non molto lontano, un Nessuno di nome Ordinario viveva nella Terra del Consueto.
Per la maggior parte del tempo non accadeva nulla nel consueto che non fosse accaduto prima. Ordinario si considerava soddisfatto. Trovava il Consueto affidabile. Si confondeva tra la folla. E per
lo più si accontentava di ciò che aveva. Fino al giorno in cui
Ordinario si accorse di una piccola, insistente sensazione
che nella sua vita mancava qualcosa di grande.
The Dream Giver

“Ho bisogno di venticinque volontari”, annunciò il pastore Danny Bellesi alla sua ignara congregazione. Percorse con lo sguardo la sala gremita in cerca di reazioni.
I membri della Coast Hill Community Church rimasero seduti in un silenzio attonito.
Che cosa aveva in mente il loro pastore, adesso? I fedeli se ne stavano seduti ricurvi ai loro posti cercando di non dare nell’occhio.
Alla fine venticinque credenti incuriositi si fecero avanti, alcuni bendisposti, altri riluttanti. Il pastore consegnò a ognuno di loro una banconota da cento dollari nuova di pacca.
“Vi invito a partecipare a questo incarico per il regno”, disse ai volontari sbalorditi. “Le regole sono semplici. Uno, questo denaro non vi appartiene. Due, dovrete usarlo per l’avanzamento del regno di Dio oltre le quattro mura di questa chiesa. E tre, tra novanta giorni dovrete rendere conto davanti a tutti di come avete investito i soldi”.
Continuò a sorprendere la congregazione annunciando che la chiesa non voleva la restituzione di un solo centesimo di quel denaro. Ripeté la stessa cosa nei tre servizi di culto successivi e alla fine aveva distribuito diecimila dollari a cento membri della sua chiesa. Uomini, donne e anche bambini ricevettero questo “denaro da investire”.
Il pastore Bellesi aveva finito da poco di predicare una serie di sermoni su come utilizzare il denaro per gli scopi di Dio. Sentì che la sua chiesa era pronta, finanziariamente e spiritualmente, per accogliere l’entusiasmante sfida di investire per il regno di Dio.
Denny sapeva a quale rischio andava incontro. Era consapevole dell’insolita responsabilità che aveva accollato alla sua congregazione, ma i volontari si dimostrarono all’altezza di quella sfida e l’incarico per il regno incise su molte più vite di quanto chiunque avesse previsto. Ciò che aveva avuto inizio come una semplice lezione di amministrazione in una singola chiesa continua ancora oggi a toccare la vita di tante persone in tutto il mondo.
Un uomo raccolse diecimila dollari inviando e-mail a amici e a ex compagni di scuola e sollecitandoli a uguagliare la somma originaria di cento dollari. Poi donò il ricavato a una coppia le cui due giovani figlie erano appena decedute a causa di una rara malattia del sangue.
Una donna parlò di quell’incarico per il regno a svariate amiche in occasione di una festa di compleanno. Insieme con le sue amiche entusiaste raccolse 1.800 dollari che donò poi a una madre single con tre figli che di giorno lavorava e di sera frequentava il college.
Una bambina di nove anni inviò il suo denaro nell’Oregon a una bimba di quattro anni malata di cuore per contribuire al costo dell’intervento di cui aveva bisogno.
Un chiroterapeuta decise di recarsi una volta al mese nei bassifondi con il suo lettino per i massaggi e cento hamburger a sistemare la schiena ai diseredati che vivono e dormono nelle strade.
Un altro uomo, dopo aver sentito dell’incarico per il regno, si sentì spinto a donare cinquantamila dollari a una scuola biblica in Cina.
Un giovane cresciuto in una famiglia violenta investì il suo denaro in un programma di assistenza per ragazzi vittime di molestie. Prese parte egli stesso al programma e questo lo aiutò a scoprire una parte del piano di Dio per la sua vita.
Poche settimane dopo aver assegnato alla congregazione l’incarico per il regno, il pastore Bellesi lesse La preghiera di Iabez e ne fu profondamente colpito. Distribuì copie del libro tra i suoi collaboratori e iniziò a pregare insieme con sua moglie Leesa, chiedendo al Signore di “allargare i loro confini”. Non avevano idea che di lì a poco i loro confini sarebbero esplosi.
Tutto ebbe inizio con un quotidiano locale che venne a sapere delle buone azioni intentate dalla chiesa e decise di dedicare una prima pagina alla faccenda. Poco dopo l’agenzia di stampa nazionale riprese la notizia e svariati giornali in tutto il mondo riportarono quella storia edificante.
Le riviste Woman’s day e People dedicarono articoli alle cose meravigliose che erano successe in risposta all’incarico per il regno. Denny e Leesa cominciarono a ricevere telefonate da tutto il mondo con richieste di interviste per i giornali e per le radio.
E i loro confini continuarono ad allargarsi.
Un giorno i Bellesi ricevettero la telefonata di un’assistente di produzione del programma della NBC Dateline che chiese loro se potessero seguire gli sviluppi della vicenda per il periodo di un anno. Denny e Leesa accettarono e una troupe televisiva arrivò in chiesa per intervistare loro e diversi volontari. I membri della chiesa sfruttarono al massimo quell’opportunità per allargare i confini del regno di Dio raccontando ciò che Dio aveva fatto per loro.
Nel bel mezzo di tutta questa attività frenetica Leesa ebbe l’idea di scrivere un libro per raccontare i risultati conseguiti dall’incarico per il regno. Ben presto Denny e Leesa firmarono un contratto per un libro con un grosso editore di libri cristiani.
I Bellesi furono talmente sopraffatti dall’enormità delle benedizioni di Dio che si ritrovarono costretti a dipendere da lui. E fu un bene! L’incarico per il regno si era trasformato in una cosa talmente grande che soltanto Dio poteva prendersene il merito.
Come il proverbiale ciottolo che crea i cerchi nello stagno, l’impatto dell’incarico per il regno continua a espandersi e i cerchi hanno ormai raggiunto la vita di persone di svariati paesi, tra cui il Sudan, la Cina, il Vietnam e il Messico.
E non c’è alcun segno di regressione.

NON è MAI TROPPO TARDI

Dalla pubblicazione della Preghiera di Iabez, nel 2000, ho ricevuto numerose lettere che raccontano come Dio abbia usato persone che hanno pregato con la fede di Iabez. Come nel caso dell’incarico per il regno, alcune sono storie grandiose e stupefacenti di miracoli straordinari compiuti dalla mano di Dio. Ma molti dei miracoli di Dio si compiono in modo più tranquillo, eppure non meno significativo dalla prospettiva eterna.
Voglio raccontarti di una particolare settantenne di nome Mamie. La sua fede in Dio era sempre stata forte. Ma quando i familiari la affidarono alle cure di una casa di riposo a causa della sua salute cagionevole, Mamie cominciò a manifestare tratti caratteriali negativi mai notati prima in lei: risentimento, sospetto, chiusura in sé stessa. I suoi figli si chiedevano che cosa fosse accaduto alla donna che li aveva cresciuti.
All’incirca in questo periodo la figlia JoAn lesse La preghiera di Iabez, fu incoraggiata dagli insegnamenti contenuti nel libro e si convinse che sua madre aveva bisogno della prospettiva che esso offriva. La cosa buffa era che JoAn ricordava perfettamente le frequenti esortazioni che Mamie rivolgeva ai familiari: “Confidate nel Signore affinché allarghi i vostri confini”, ma non aveva mai saputo prima quale fosse il versetto biblico che sua madre citava. Adesso lo sapeva.
Quando tornò a far visita a sua madre JoAn fu colpita dall’amarezza e dalla disperazione impresse sul volto di Mamie. Quella donna sofferente pensava di aver perso tutto ciò che aveva di importante: la sua casa, i suoi beni, la sua indipendenza, ed era certa di non avere più nulla per cui valesse la pena vivere.
Tuttavia l’espressione sul volto di Mamie cominciò a cambiare quando JoAn le ricordò la prospettiva che per tutta la vita aveva inculcato ai suoi figli: Dio è fedele e ama donare e resterà con noi se decidiamo di ubbidirgli fedelmente.
JoAn lesse a sua madre il versetto: “Iabez invocò il Dio d’Israele, dicendo: Benedicimi, ti prego; allarga i miei confini; sia la tua mano con me e preservami dal male in modo che io non debba soffrire! E Dio gli concesse quanto aveva chiesto” (1 Cronache 4:10).
“Sì”, disse Mamie debolmente, come sé stesse parlando tra sé. “è quello che fa”.
“Mamma, Dio ti ha posto proprio in mezzo alle persone che hanno bisogno di te”, disse JoAn. “Sei qui con altre tredici donne, tutte sotto lo stesso tetto. Hai passato la vita a influenzare positivamente gli altri. Non me ne starò a guardare mentre il diavolo ti priva della gioia e del ministero durante gli ultimi anni della tua vita!”
Al che Mamie sfoderò quello che doveva essere il primo sorriso nell’arco di molti mesi.
JoAn sfidò la madre a raccontare alle altre donne ciò che aveva imparato sull’amore di Dio nel corso dei suoi settant’anni di vita. Pregarono insieme per chiedere a Dio di guidarla e di darle forza e quando JoAn la lasciò Mamie era una donna nuova con un nuovo scopo.
Alcuni giorni dopo Mamie chiamò JoAn e le chiese di portarle tè e biscotti per una riunione che aveva organizzato. Aveva invitato un’amica cristiana di nome Esther per parlare alle altre donne nella sala comune della casa di riposo.
Il giorno dell’evento l’atmosfera era satura di anticipazione mentre le tredici donne arrancavano lungo il corridoio, chi sulle proprie gambe, chi su una sedia a rotelle, dirette verso la sala comune. Nessuna di loro riusciva a ricordare quando era stata l’ultima volta che era stata invitata per un tè!
Il clima della casa di riposo mutò. I racconti di Esther e poi una serie di eventi successivi, tra cui un miniconcerto organizzato dai nipoti di Mamie, ridiedero fede e speranza a un manipolo di anziane signore.
Qualche tempo dopo, le condizioni di salute di Mamie peggiorarono in seguito a uno scompenso cardiaco congestizio e l’anziana donna pensò che fosse giunto per lei il momento di andare in cielo. Invece si riprese e disse a JoAn: “Credo che Dio non abbia ancora finito con me. Deve esserci qualcos’altro che vuole che io faccia”.
Che tu abbia davanti sei ore o sessant’anni, Dio ti tiene ancora qui per un motivo. Prego affinché questo libro ti aiuti ad afferrare la visione di Dio per la tua vita e tu possa sperimentare un incredibile appagamento e produrre risultati di valore eterno.

IABEZ L’UOMO

Avrai notato che i protagonisti di entrambe queste storie stavano già imparando a confidare in Dio per vedere la sua mano potente all’opera nella loro vita, prima che La preghiera di Iabez catturasse la loro attenzione. Infatti la preghiera di Iabez è sempre stata nella Bibbia e influenza la vita delle persone da migliaia di anni e sarà ancora lì quando il libretto che ho scritto sarà ridotto in polvere e dimenticato. Le persone pregano la preghiera di Iabez e vivono secondo i principi in essa contenuti da secoli, eppure Dio ha reputato giusto in questi ultimi anni permettere che l’esempio di Iabez cambiasse la vita di milioni di persone in tutto il mondo, forse persino la tua.
Perciò concediamoci qualche momento per considerare di nuovo la figura di Iabez, un uomo il cui cuore pieno di fede ha avuto una tale influenza ai nostri giorni. Nel primo libro delle Cronache troviamo soltanto due versetti su Iabez, nascosti in mezzo a una lunga lista di nomi che riguardano la genealogia di un personaggio importante come il re Davide. Il secondo di questi versetti contiene la preghiera di Iabez. Ma se torniamo indietro di un versetto apprendiamo qualcosa di più riguardo all’uomo e alla sua vita: “Iabez fu più onorato dei suoi fratelli; sua madre lo aveva chiamato Iabez, perché diceva: L’ho partorito con dolore” (1 Cronache 4:9).
Prima di tutto fai caso al significato del suo nome. La parola iabez significa letteralmente “dolore”. Probabilmente sua madre ebbe difficoltà a metterlo al mondo. o forse era oppressa da altre circostanze. In ogni caso immagina di crescere e di sentirti dire in continuazione: “Ehi, Dolore, che succede?” Oppure ti presenti: “Salve, sono Dolore”. Non ho dubbi che quel ragazzo dovette superare numerosi ostacoli prima di diventare un uomo dalla fede forte! L’eredità di Iabez ha incoraggiato milioni di persone la cui vita è iniziata nel dolore, insegnando che si può trionfare sulle circostanze e diventare persone che Dio chiama “onorate”.
Infatti Iabez era conosciuto per essere “più onorato dei suoi fratelli”. In questo contesto il termine onorato significa “rispettato”. Iabez visse con una maturità, una saggezza e un senso dell’onore che lo distinguevano dagli altri. Era ammirato per tutti i motivi giusti. E perciò è un valido esempio da seguire anche oggi.
Dal versetto successivo impariamo anche che “Iabez invocò il Dio d’Israele”. Il termine invocò significa “gridò aiuto”. La preghiera di Iabez non era una richiesta casuale: “Oh, Signore, a proposito…” Era una supplica appassionata proveniente dal profondo del cuore. In base a ciò che la Bibbia ci dice di Iabez, penso che si possa supporre che questa preghiera rappresentasse un punto fermo nella sua vita, un desiderio continuo e profondo.

UNA PASSIONE COSì GRANDE...

Hai mai desiderato talmente qualcosa? immagina per un attimo un desiderio così intenso da escludere qualsiasi altra cosa. Poi immagina di chiedere a Dio, giorno dopo giorno e con grande fervore, di esaudire nella tua vita quattro richieste specifiche ma apparentemente audaci.
Immagina di desiderare ardentemente che la benedizione di Dio, spirituale o materiale o entrambe, si riversi abbondantemente nella tua vita secondo le sue ricchezze eterne e la sua generosa sapienza.
Poi, mentre egli riversa la sua benedizione nella tua vita, immagina di aspirare ad acquisire nuovi territori, non prevalentemente per te stesso, ma per lui e per i suoi scopi.
E quando i tuoi confini si allargano e le responsabilità che Dio ti affida crescono al punto di sopraffarti, immagina di gridare disperatamente a lui affinché la sua mano potente ti permetta di amministrare bene quello che ti è stato affidato.
Considera ora che in queste condizioni potresti diventare talmente sensibile all’effetto distruttivo del peccato che non puoi fare ameno di supplicare Dio di preservarti dal male in modo da poter perseguire senza ostacoli il meglio che egli ha in serbo per la tua vita.
Se riesci ad afferrare un po’ di questa passione, di questa disposizione mentale e della meravigliosa abitudine di una vita di preghiera ripiena di fede, allora hai già cominciato ad allargare i tuoi confini per passare alla fase successiva della tua avventura con Dio.
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.


I clienti che hanno scelto questo articolo hanno scelto anche: