Il tuo account
Che cosa ha veramente detto Paolo
Che cosa ha veramente detto Paolo

Che cosa ha veramente detto Paolo

  0.00

Fuori Stampa

Prodotto fuori stampa non disponibile per l'acquisto
Nostro prezzo  €14,98

A intervalli regolari viene proposta la tesi secondo cui sarebbe stato Paolo di Tarso il vero fondatore del cristianesimo e non Gesù di Nazareth. Ma questa tesi regge alla luce della più recente ricerca portata avanti dai più autorevoli biblisti? Le testimonianze antiche dimostrano veramente che "Gesù non era un cristiano"?In Che cosa ha veramente detto Paolo, Tom Wright - un'autorità mondiale sulla vita e sulle lettere di Paolo - offre un resoconto conciso dell'effettivo contributo dell'apostolo alla nascita del cristianesimo. Il risultato è una pungente critica di queste tesi che non reggono al confronto con le prove documentarie.Wright offre al tempo stesso un quadro del pensiero di Paolo di grande fascino e di grande coerenza interna che colloca storicamente e culturalmente "l'apostolo dei gentili" nel giudaismo del I secolo e offre anche al lettore non specialista le chiavi di lettura dell'epistolario paolino.
ISBN: 9788870163049
Produttore: Claudiana
Codice prodotto: 9788870163049
Dimensioni:
144 x 210 x 17 mm
Peso: 0,360kg
Rilegatura: Brossura
Numero di pagine: 232
Lingua: Italiano
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Tom Wright
Nicholas Thomas "Tom" Wright (Morpeth, 1º dicembre 1948) è un vescovo anglicano e teologo inglese. È vescovo di Durham e uno dei principali studiosi del Nuovo Testamento del mondo anglosassone, nonché autore prolifico. Le sue opere accademiche sono sempre firmate N.T. Wright, mentre quelle più divulgative Tom Wright. È considerato un esponente dell'evangelicalismo moderato e uno dei maggiori interpreti della cosiddetta "Terza ricerca del Gesù storico". Tra i suoi ambiti di studio vi è pure l'apostolo Paolo di Tarso e la sua ricerca si colloca nella scia del teologo anglosassone James Dunn e dello statunitense E.P. Sanders, che collocano le figure di Paolo e Gesù nel giudaismo del primo secolo.