Valdesi e massoneria

Proprietà

ISBN: 9798870163369
Produttore:
Claudiana
Codice prodotto: 9798870163369
Dimensioni:
155 x 210 x 10 mm
Peso: 0,270kg
Rilegatura: Brossura
Numero di pagine: 190
Lingua: Italiano

Disponibilità immediata

Nostro prezzo €12,91

Valdesi e massoneria

Due minoranze a confronto

Augusto Comba
  0.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.

Descrizione

La storia dei rapporti tra i valdesi e la massoneria è ricca di contraddizioni.

Comincia con l'incontro a Torino, nel 1787, del teologo danese (e massone "illuminato") Friedrich Münter e il pastore, e futuro moderatore, Pietro Geymet, che fonderà nel 1807 la loggia di Pinerolo. Continua, a quanto assicurano gli storici, con l'incontro tra il generale Beckwith e il popolo valdese. S'interrompe negli anni '60 dell'Ottocento perché i valdesi sono cavouriani e i massoni sono mazziniani e garibaldini. Riprende negli anni '80 perché è tramite la massoneria che pastori come Teofilo Gay, Matteo Prochet e Carlo Alberto Tron entrano in comunicazione con gli amici dei valdesi nell'Italia del Sud e negli Stati Uniti.

All'inizio del Novecento per lo stesso tramite entrano in contatto con i valdesi Ugo Janni e Giuseppe Gangale. La storia si interrompe nel 1925 quando il fascismo mette al bando la massoneria. Riprende nel secondo dopoguerra, ma s'interrompe nuovamente quando la massoneria è inquinata dalla P2 di Gelli.

La possibilità o meno che i rapporti possano continuare - come in tutto il resto del mondo continuano, fra protestanti e massoneria - è il tema conclusivo di questo libro.

I clienti che hanno scelto questo articolo hanno scelto anche: