Il tuo account

Giosuè

Giosuè

  0.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.

Disponibilità immediata

Disponibilità
Più di 15 copie con disponibilità immediata
Nostro prezzo  €12,00

Descrizione

Una guida preziosa per chi desideri meditare nell'Antico Testamento il libro di Giosuè. Gli ampli riferimenti biblici aiutano a comprendere come i piani di Dio per i suoi figli siano sempre gli stessi dall'eternità fino a oggi. Giosuè aveva un unico scopo nella vita: fare la volontà di Dio. Per questo motivo, quando arrivarono perdita e cambiamento con la morte di Mosè, egli fu ancora in grado di sentire la voce del Signore e di rimanere saldo. Possiamo fare come fece Giosuè se diamo alla Parola di Dio l'importanza che merita e le permettiamo di governare i nostri pensieri, le nostre parole e la nostra vita. Quando Giosuè morì trasmise un'eredità che continuò per molte generazioni.

Proprietà

ISBN: 9788880772392
Produttore:
Editrice Uomini Nuovi
Codice prodotto: 9788880772392
Dimensioni:
147 x 210 x 8 mm
Peso: 0,170kg
Rilegatura: Brossura
Numero di pagine: 111
Lingua: Italiano

Contenuto libro

Prefazione; Avanti verso la meta; Informazione e comprensione; Alzata di buon'ora e unità; Preparare le persone; La nostra gioia più grande; La grande apertura; Non diamo per scontata la vittoria; Puoi ancora vincere; Combattimento per la libertà; Scoprire i nemici e trattare con loro; Avanti nella fede; Potenza per prevalere; Rimanere saldi mentre si semina; Deviazioni, ritardi e destino; Ciò che ci aspetta nella vita; Figli, famiglie e eredità; E' ora di entrare in azione; Issate le bandiere; Trasferiamo la nostra preziosa eredità; Il Signore ha parlato perciò possiamo parlare; C'è un tesoro per noi; Voce di vendetta; Richiamo all'unità; Guardare indietro, ma andare avanti.

Capitolo gratuito

Capitolo 1

Avanti verso la meta

Giosuè 1:1-2 “Dopo la morte di Mosè, servo del Signore, il Signore parlò a Giosuè, figlio di Nun, servo di Mosè, e gli disse: Mosè, mio servo, è morto. àlzati dunque, attraversa questo Giordano, tu con tutto questo popolo, per entrare nel paese che io do ai figli d’Israele”

Molte persone vengono meno quando debbono affrontare il cambiamento e rimanere saldi, perché dimenticano di tenere gli occhi fissi sulla meta, indipendentemente da quello che accade. Giosuè aveva un unico scopo nella vita: fare la volontà di Dio. Per questo motivo, quando arrivarono perdita e cambiamento con la morte di Mosè, egli fu ancora in grado di sentire la voce del Signore e di rimanere saldo. Ricordiamo che aveva servito fedelmente Mosè, il servo del Signore e, così facendo, si era dimostrato un uomo integro del quale ci si poteva fidare anche di fronte a battaglie molto dure. Quindi, nell’ora più scura della solitudine e della perdita, il Signore gli parlò dicendo: “è ora di alzarsi e di passare il Giordano per condurre il popolo verso la Terra Promessa”.

Un passo alla volta

Giosuè 1:3-4 “Ogni luogo che la pianta del vostro piede calcherà, io ve lo do, come ho detto a Mosè, dal deserto, e dal Libano che vedi là, sino al gran fiume, il fiume Eufrate, tutto il paese degli Ittiti sino al mar Grande, verso occidente: quello sarà il vostro territorio”.
Solo ciò che riesci ad afferrare sarà tuo. Le promesse di Dio sono condizionate alla tua ubbidienza. Dobbiamo fare giornalmente dei passi per vivere nella positività di ciò che Dio ha promesso e dobbiamo ricordare che ci vuole tempo per raggiungere le mete che Dio ha fissato; ma dobbiamo anche sapere che, se abbiamo la volontà di fare ogni passo con coraggio e fiducia, diventeremo ciò che Dio vuole che diventiamo.

l Ebrei 10:35: “Non abbandonate la vostra franchezza che ha una grande ricompensa!”
l Salmo 37:23: “I passi dell’onesto sono guidati dal Signore; Egli gradisce le sue vie”.

l Geremia 10:23: “Signore io so che la vita dell’uomo non è in suo potere, e che non è in potere dell’uomo che cammina il dirigere i suoi passi”.

Dobbiamo imparare giornalmente a dipendere con fiducia dal Signore in modo che egli possa darci una guida chiara.

l Isaia 30:15: “Poiché cosa aveva detto il Signore, Dio, il Santo di Israele: nel tornare a me e nel tornare sereni sarà la vostra salvezza; nella calma e nella fiducia sarà la vostra forza; ma voi non avete voluto!”

Leggi anche Isaia 40:31.

La potenza della sua presenza

Giosuè 1:5-9 “Nessuno potrà resistere di fronte a te tutti i giorni della tua vita; come sono stato con Mosè, così sarò con te; io non ti lascerò e non ti abbandonerò. Sii forte e coraggioso, perché tu metterai questo popolo in possesso del paese che giurai ai loro padri di dar loro. Solo sii molto forte e coraggioso; abbi cura di mettere in pratica tutta la legge che Mosè, mio servo, ti ha data; non te ne sviare né a destra né a sinistra, affinché tu prosperi dovunque andrai. Questo libro della legge non si allontani mai dalla tua bocca, ma meditalo, giorno e notte; abbi cura di mettere in pratica tutto ciò che vi è scritto; poiché allora riuscirai in tutte le tue imprese, allora prospererai. Non te l’ho io comandato? Sii forte e coraggioso; non ti spaventare e non ti sgomentare, perché il Signore, il tuo Dio, sarà con te dovunque andrai”
Quando abbiamo la potenza della sua presenza e la promessa della vittoria, possiamo affrontare tutti gli ostacoli senza timore, con coraggio e fiducia, sapendo che il nemico non deve affrontare noi, ma la potenza di Dio in noi.

l Isaia 54:17: “Nessuna arma fabbricata contro di te riuscirà; ogni lingua che sorgerà in giudizio contro di te, tu la condannerai. Questa è l’eredità dei servi del Signore, la giusta ricompensa che verrà loro da me, dice il Signore”.
l Luca 9:1: “Gesù, convocati i dodici, diede loro l’autorità su tutti i demoni e il potere di guarire le malattie”.

l Luca 10:19: “Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e su tutta la potenza del nemico; nulla potrà farvi del male”.

l 1 Giovanni 4:4: “Voi siete da Dio, figlioli, e li avete vinti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo”.

Dobbiamo notare quanto il Signore insista con Giosuè perché mantenga uno spirito forte e vittorioso in modo da non abbattersi quando le cose appaiono senza speranza.
Gli fu comandato di non temere e di non scoraggiarsi perché aveva la potenza della Onnipotente presenza di Dio con lui. La meditazione giornaliera della Parola e la proclamazione di essa era la chiave che gli permetteva di accettare la volontà di Dio e gli dava sicurezza e prosperità in tutto ciò che faceva. Come sono diverse le cose quando permettiamo che diventi per noi realtà la consapevolezza della sua presenza! Allora noi fissiamo la nostra attenzione su Dio e non sui problemi e il nostro modo di pensare cambia completamente rispetto al modo di pensare di chi non ha ancora ricevuto il Signore. Se facciamo così, viviamo giornalmente questo tipo di vita e diventiamo parte della risposta ai bisogni della nostra generazione.

l Matteo 5:13-14: “Voi siete il sale della terra; ma, se il sale diventa insipido, con che lo si salerà? Non è più buono a nulla se non a essere gettato via e calpestato dagli uomini. Voi siete la luce del mondo. Una città posta sopra un monte non può rimanere nascosta”.

l Romani 12:2: “Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà”.
l Filippesi 2:5: “Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù”.

Prepariamoci a possedere

Giosuè 1:10-18 “Allora Giosuè diede quest’ordine agli ufficiali del popolo: Passate per l’accampamento e date quest’ordine al popolo: Preparatevi dei viveri, perché fra tre giorni oltrepasserete questo Giordano per andare a conquistare il paese che il Signore, il vostro Dio, vi dà perché lo possediate. Giosuè parlò pure ai Rubeniti, ai Gaditi e alla mezza tribù di Manasse, e disse loro: Ricordatevi dell’ordine che Mosè, servo del Signore, vi diede quando vi disse: Il Signore, il vostro Dio, vi ha concesso riposo, e vi ha dato questo paese. Le vostre mogli, i vostri bambini e il vostro bestiame rimarranno nel paese che Mosè vi ha dato di qua dal Giordano; ma voi tutti che siete forti e valorosi passerete in armi alla testa dei vostri fratelli e li aiuterete, finché il Signore abbia concesso riposo ai vostri fratelli come a voi, e siano anch’essi in possesso del paese che il Signore, il vostro Dio, dà loro. Poi ritornerete al paese di vostra proprietà, che Mosè, servo del Signore, vi ha dato di qua dal Giordano verso il levante, e ne prenderete possesso. E quelli risposero a Giosuè e dissero: Noi faremo tutto quello che ci hai comandato, e andremo dovunque ci manderai. Ti ubbidiremo interamente, come abbiamo ubbidito a Mosè. Solamente, sia con te il Signore, il tuo Dio, com’è stato con Mosè! Chiunque sarà ribelle ai tuoi ordini e non ubbidirà alle tue parole, qualunque sia l’ordine che gli darai, sarà messo a morte. Solo, sii forte e coraggioso!”

Giosuè era in grado di comandare e quello che diceva avveniva perché aveva obbedito ai comandi che il Signore gli aveva impartito.

Giacomo 4:7: “Sottomettetevi dunque a Dio; ma resistete al diavolo, ed egli fuggirà da voi”.

Dio gli disse di prepararsi a prendere possesso di ciò che Dio gli aveva dato. Consideriamo che tutta la famiglia avrebbe goduto dell’eredità. Comunque, anche se Dio aveva dato tutto questo, essi dovevano ancora combattere per averlo. Allo stesso modo, noi dobbiamo combattere il combattimento della fede, non con armi carnali, ma con potenti armi spirituali.
l 2 Corinzi 10:4: “Infatti le armi della nostra guerra non sono carnali, ma hanno da Dio il potere di distruggere le fortezze...”

La nostra preparazione non è basata sui fucili e sull’artiglieria, ma sulla sottomissione giornaliera alla volontà di Dio e sull’armatura che indossiamo giornalmente e di cui si parla in Efesini capitolo 6.
Dobbiamo prepararci con cura senza lasciare porte aperte attraverso le quali il nemico possa entrare. Assicuriamoci che l’amore di Dio fluisca attraverso di noi, i nostri atteggiamenti, le nostre azioni e le nostre parole. La motivazione per ogni cosa che facciamo deve essere di compiacere Dio e di fare la sua volontà. Rifiutiamoci di dar spazio al risentimento e alla mancanza di perdono, facciamo invece un secondo miglio con le persone e siamo generosi usando misericordia. Ricordiamo sempre che l’amore è più forte dell’odio; la fede del timore, il perdono è più forte del risentimento. Possa la natura divina operare nella vostra vita..

l 2 Pietro 1:4: “Attraverso queste ci sono state elargite le sue preziose e grandissime promesse perché per mezzo di esse voi diventaste partecipi della natura divina dopo essere sfuggiti alla corruzione che è nel mondo a causa della concupiscenza”.

In questo modo noi non solo entreremo in possesso della vita abbondante che ci spetta di diritto ma, come Giosuè, saremo in grado di portare anche altri ad ottenere ciò a cui hanno diritto. Giosuè riportò vittoria totale perché sapeva come ubbidire in pienezza e il suo popolo disse: “Noi faremo tutto quello che ci hai comandato, e andremo dovunque ci manderai” (Giosuè 1:16).
è un nuovo modo di vivere, quindi non scoraggiarti se ci vuole un po’ di tempo per cambiare il tuo stile di vita e il tuo modo di pensare. Continua a operare perché questo accada e rimarrai saldo mentre affronterai il cambiamento.
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Stewart Cecil
Stewart Cecil è stato un attore e autore americano. Tra le sue opere: Giosuè, Il Battesimo nello Spirito Santo, La fede, Leadership che dà vita, Pentimento e perdono, Salvezza ecc….

I clienti che hanno scelto questo articolo hanno scelto anche:

Dello stesso autore