Il tuo account

Le promesse della grazia

Le promesse della grazia

  5.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.
Disponibilità
Solo 2 copie con disponibilità immediata
Nostro prezzo  €13,50

Descrizione

“Tutte le promesse di Dio hanno il loro «sì» in lui; perciò pure per mezzo di lui noi pronunciamo l’Amen alla gloria di Dio” (2 Corinzi 1:20).

Il presente volume è un edificante commento a numerose promesse contenute nella Sacra Scrittura. Lo scopo dell’autore, che ci sembra abbia raggiunto, non era soltanto quello di rendere i credenti maggiormente consapevoli del grande tesoro delle promesse divine, ma di stimolarli a realizzarne tutti i benefici.
Bisogna quindi accettarle personalmente e crederle come attuali, perché Dio non promette cosa alcuna che non sia in grado di adempiere oggi, per ciascun credente.

È indubbiamente un testo che fortificherà la nostra fede in Dio e ci dimostrerà ancora una volta quanto sia assolutamente preziosa la sua Parola e come sia necessario continuare a considerarla divinamente ispirata, unica regola della nostra fede e della nostra condotta.

Proprietà

ISBN: 9788833060217
Produttore:
Adi Media
Codice prodotto: 9788833060217
Dimensioni:
140 x 210 x 20 mm
Peso: 0,300kg
Rilegatura: Brossura
Numero di pagine: 371
Lingua: Italiano
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Charles Haddon Spurgeon
Charles Haddon Spurgeon

Charles Haddon Spurgeon (1834-1892), successivamente noto come "il principe dei predicatori", visse con i nonni a partire dall'età di 18 mesi. Suo nonno era un pastore e quegli anni ebbero un profondo impatto sulla sua giovane vita.
Charles lottò per anni riguardo alla sua relazione con Dio e si convertì all'età di 16 anni dopo che un predicatore itinerante e senza istruzione, in una chiesa diversa da quella che frequentava abitualmente, lo mise davanti alla reale condizione della sua anima.

Spurgeon ebbe un'istruzione ministeriale ma non frequentò mai una scuola di teologia formalmente riconosciuta e per circa due anni servì come predicatore in una piccola congregazione vicino casa.
In seguito, si trasferì a Londra. La congregazione di New Park Street era una chiesa situata nel mezzo di un sudicio quartiere industriale difficile da raggiungere. Una chiesa florida dal glorioso passato che contava 1200 anime, adesso ne contava appena 200. Nel 1854 gli fu affidata questa chiesa, all'età di soli 20 anni. L'impatto che questo giovane predicatore ebbe sulla congregazione e sull'intera città di Londra fu così grande che fu necessario costruire un edificio più grande già l'anno successivo.

Nel 1856 Charles sposò Susannah Thompson da cui ebbe due gemelli. Nonostante lei soffrisse di una malattia deblitante che la costringeva a letto per lunghi e lui soffrisse di gotta e depressione,insieme costruirono un matrimonio molto solido. through most of their marriage. Yet they forged a wonderful marriage along with twin sons. Susannah divenne la segretaria del marito e anche dopo la sua morte continuò a pubblicare e distribuire i suoi sermoni.

Nello stesso anno, la congregazione di New Park Street e Spurgeon votarono per cambiare il nome della chiesa in Metropolitan Tabernacle. Fu un ministero sorprendente: in quasi 40 anni Spurgeon battezzò oltre 14.000 persone.

La tangible influenza di Spurgeon sta nei suoi sermoni. Quelli che sono stati pubblicati hanno avuto un enorme impatto per oltre 100 anni. Per molti anni i giornali riportarono i suoi sermoni su base settimanale e in alcuni casi quotidiana.
Un'altra grande area dell'influenza che esercitò fu il Pastor’s College che esiste ancora oggi come Spurgeon’s College.

La sua passione non fu solo la predicazione. Egli fu coinvolto in vaste imprese sociali, specialmente nel lavoro in orfanotrofio. Centinaia di bambini che altrimenti avrebbero invaso le strade come ladruncoli e vagabondi, trovarono ina casa, furono nutriti e istruiti nella Parola di Dio. Spurgeon una volta disse: "Siamo una grande chiesa e dobbiamo avere un grande cuore per questa città".

Spurgeon morì nel 1892 a Mentone, in Francia, dove periodicamente si ritirava con la famiglia quando la depressione causata dai forti dolori che gli procurava la gotta si faceva troppo intensa.


I clienti che hanno scelto questo articolo hanno scelto anche:

Dello stesso autore