Il tuo account

L'adorazione di Dio in famiglia

L'adorazione di Dio in famiglia

  0.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.
Disponibilità
Più di 15 copie con disponibilità immediata
Nostro prezzo  €9,30

Descrizione

Nonostante il periodo storico diverso e il modo vario e mutevole in cui Dio ha operato nella vita degli uomini, una verità è rimasta continuamente ferma, stabile: dal momento in cui è comparsa la famiglia sulla terra e fino a quando ne rimarrà una, è la volontà di Dio che in essa il suo nome sia adorato» (Jim Domm). In questi sermoni, esposti dal pastore Jim Domm in occasione di una conferenza familiare nell'aprile del 2000 in Sicilia, si dimostra la necessità e l'importanza dell'adorazione di Dio in famiglia. Nella nostra nazione questo soggetto è poco conosciuto e raramente affrontato, ma non è stato così nel passato del popolo di Dio. La lettura di qusti studi metterà in difficoltà molti, ma grande sarà la benedizione di cui godranno quelle famiglie e quelle chiese che, ravvedendosi, vivranno in base a questi principi.

Proprietà

Produttore:
Alfa e Omega
Codice prodotto: 1001000002680
Peso: 0,200kg
Rilegatura: Brossura
Lingua: Italiano

Contenuto libro

Prefazione

Capitolo 1

Il fondamento: una vera conversione

Capitolo 2

L’edificazione: l’adorazione di Dio in famiglia

Capitolo 3

Le ragioni per cui l’adorazione di Dio in famiglia genera ordine e maturità (prima parte)

Capitolo 4

Le ragioni per cui l’adorazione di Dio in famiglia genera ordine e maturità (seconda parte)

Capitolo 5

Le ragioni per cui l’adorazione di Dio in famiglia genera ordine e maturità (terza parte)

Capitolo 6

L’adorazione di Dio in famiglia: suggerimenti pratici (prima parte)

Capitolo 7

L’adorazione di Dio in famiglia: suggerimenti pratici (seconda parte)

Appendice

Dichiarazione di Danvers

Capitolo gratuito

IL FONDAMENTO: UNA VERA CONVERSIONE

Maria, una bambina di nove anni, si accingeva a preparare il suo primo dolce, un dolce di colore giallo e disse alla mamma che desiderava prepararlo da sola. La mamma voleva offrirle un po’ del suo aiuto, ma la bambina insistette che voleva fare tutto da sola perché sapeva cosa fare. La mamma cercò di ricordarle che occorreva lo strutto, la farina ed il forno già riscaldato. Maria la rassicurò dicendole che aveva preso tutti gli ingredienti necessari per il dolce e così, tutta indaffarata, si mise al lavoro. Era così entusiasta di quello che stava facendo che preparò subito tutti gli ingredienti, li mescolò e versò il contenuto di questa ciotola nella teglia che doveva infornare. Era così ansiosa che non ebbe pazienza di aspettare che questo dolce fosse pronto, perché lo voleva assaggiare subito.

Il tempo passò velocemente, Maria aprì il forno e, invece del dolce giallo che aspettava, si ritrovò in mano un “non so che” di giallognolo e duro. Immaginatevi la sua delusione! La mamma sapeva cosa era successo perché, osservando tutti gli ingredienti, si accorse che aveva dimenticato le uova: la bambina aveva dimenticato un solo ingrediente. La mamma le spiegò che non poteva preparare un buon dolce se, prima, non avesse mescolato tutti gli ingredienti, senza dimenticarne nessuno. Fratelli, allo stesso modo, non possiamo avere una famiglia cristiana ordinata se non usiamo tutti gli ingredienti necessari!

Il declino spirituale della famiglia

Una delle evidenze fondamentali del vero cristianesimo è il modo in cui coloro che professano e pronunciano il nome di Cristo vivono dentro le loro case.

Miei cari, se non viviamo un vero cristianesimo nelle nostre famiglie, tutto il resto è vano e inutile! Se il vero cristianesimo non caratterizza la vita delle famiglie, non ci saranno né delle buone chiese, né una buona società. Niente più dell’assenza di vere conversioni all’interno delle singole famiglie, è servito per minacciare e demolire il vero cristianesimo nel mondo. D’altro canto, niente ha promosso la causa di Cristo più del cristianesimo autentico vissuto nelle singole famiglie.

Oggigiorno, purtroppo, è presente ovunque un cristianesimo superficiale e vacuo. Nelle chiese, si accolgono le persone con estrema leggerezza, ritenendole immediatamente credenti e battezzandole. Questa inconsistenza è stata una causa del declino spirituale e morale della famiglia. Vi sono molti che confessano il nome di Cristo e che professano di essere credenti mentre in realtà non sanno nemmeno ordinare la propria casa secondo l’insegnamento della Scrittura! La Parola annunciata anticamente dal profeta Osea, serve a dipingere davanti ai nostri occhi la condizione spirituale di coloro che si professano credenti: «Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza» (Osea 4:6).

Molte chiese perderebbero la stragrande maggioranza dei propri membri e diversi pastori rimarrebbero disoccupati, se gli insegnamenti della Parola di Dio sull’ordine della famiglia fossero applicati con forza. Osservando le famiglie cristiane in genere, ci rendiamo conto che molti matrimoni sono in crisi e che moltitudini di genitori sono disperati a causa della ribellione dei loro figli. Purtroppo, è possibile constatare che c’è una grande ignoranza sull’ordine della famiglia cristiana. Oltre all’ignoranza vi è un altro fattore che produce il decadimento della vera pietà nella vita di una famiglia: quel cristianesimo intellettuale che consiste solo nella conoscenza teorica della verità. Molti si professano credenti e sanno qual sia l’insegnamento della Scrittura intorno alla famiglia cristiana, ma, per qualche ragione, ciò che hanno imparato non è messo in pratica e non determina la vita nell’ambito familiare.

Uno dei bisogni spirituali più urgenti è che il vero cristianesimo sia vissuto prima di tutto nell’ambito della famiglia. Quindi, gli interrogativi che ciascuno si deve porre sono i seguenti: «Come credente, come posso conoscere, sperimentare e vivere il vero cristianesimo nell’ambito della mia famiglia? La mia famiglia, come può diventare una vera famiglia cristiana, che onora il nome e il Vangelo di Cristo? Come può la mia famiglia dimostrare la potenza, l’efficacia e la gloria di Cristo?» Queste sono le domande cui cercheremo di rispondere in questi sermoni.

Come sempre, solo la Scrittura è la guida in cui confidiamo. La nostra luce non viene dalla psicologia, né dalle varie forme di filosofia umanista, né dalle opinioni dei sociologi e nemmeno dal buon senso delle persone. Lo ripeto: solo la Scrittura è la nostra guida, poiché essa è sufficiente nel prepararci per compiere ogni buona opera. Queste osservazioni sono indispensabili in quanto, fin dal principio, dobbiamo muovere i passi giusti. Purtroppo questa prospettiva non è molto popolare ed è “antipatica” persino in alcuni ambiti evangelici.

Ciò che mi sono proposto di fare, è darvi una ricetta per aiutarvi ad ordinare la vita della vostra famiglia. Sarà una ricetta incompleta o parziale perché il tempo a nostra disposizione non sarà sufficiente per affrontare tutti gli aspetti che bisognerebbe considerare. Vorrei riflettere su due ingredienti fondamentali di questa ricetta e, mentre mediteremo su queste cose, ricordiamoci della piccola Maria e della sua torta molto “croccante”!

Il primo ingrediente di cui voglio parlare è qualcosa che ci porta a considerare i fondamenti basilari del cristianesimo. Partiremo proprio dal principio, ossia da ciò che costituisce il fondamento di ogni altro aspetto del vero cristianesimo. In questo caso, il problema è che questo ingrediente è così fondamentale, che spesso corriamo il pericolo di dimenticarlo. è qualcosa di tanto basilare, che potremmo commettere l’errore di ritenere che, data la sua importanza, non sia necessario menzionarlo. Ma, senza dubbio, una famiglia cristiana non sarà una famiglia ordinata se tale ingrediente essenziale è mancante.
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.


I clienti che hanno scelto questo articolo hanno scelto anche:

Nella stessa collana:
La famiglia cristiana