Il tuo account

Il sigillo della verità

Il sigillo della verità

Fede e prassi nel Sinodo di Berna (1532)

  0.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.
Disponibilità
Solo 1 copia con disponibilità immediata
Nostro prezzo  €12,39

Descrizione

Le chiese della Riforma hanno modificato la dottrina ma non hanno saputo incidere a livello della prassi individuale, dell'etica cristiana: è questa la critica più insidiosa che viene loro rivolta sia da parte cattolica sia da parte anabattista.

Il grande Sinodo di Berna del 1532 - che conferma l'adesione alla Riforma del più potente cantone svizzero - accetta la sfida e approva una Disposizione su come i pastori e i predicatori della città e della campagna di Berna debbano comportarsi in materia di dottrina e di vita, uno dei testi base della tradizione riformata. Vi si riafferma chiaramente che la disciplina dei costumi e la rettitudine della vita cristiana sono il sigillo della verità della dottrina; cioè la verità evangelica deve trovare nella vita rinnovata della città (di tutta la città) il proprio sigillo.

Il limpido documento stilato inizialmente da Capitone (leader, con Martin Bucero, della Riforma a Strasburgo) e poi rielaborato dal Sinodo, è qualcosa di più di una confessione di fede, perché presenta con chiarezza il nesso tra dottrina e vita nella prospettiva evangelica; affronta e chiarisce il delicato problema dei rapporti con il potere politico locale e fornisce una serie completa di sagge indicazioni pastorali, offrendoci così uno spaccato di vita ecclesiastica in un momento di grave crisi della Riforma svizzera, all'indomani della sconfitta militare di Kappel, dove Zwingli perse la vita.

Esso delinea altresì l'identità spirituale del pastore riformato fissandone nel tempo le caratteristiche: uomo di Bibbia e di preghiera, e proprio per questo uomo d'azione, al servizio della comunità di fede e della società.

Il documento del Sinodo di Berna, particolarmente equilibrato, mantiene tutto il suo valore ecumenico fino ai giorni nostri in quanto, sotto l'influsso dell'irenico Capitone, recepisce molte istanze provenienti anche dalla Devotio moderna, dalla corrente degli "spirituali" (Schwenckfeld) e perfino dagli anabattisti, realizzando una notevole concentrazione cristologica.

Un testo simbolico fondamentale, ingiustamente trascurato, per la prima volta tradotto in italiano.

Proprietà

Produttore:
Claudiana
Codice prodotto: 1001000009672
Peso: 0,270kg
Rilegatura: Brossura
Lingua: Italiano
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Fulvio Ferrario
Fulvio Ferrario nato nel 1958, è un teologo italiano evangelico, dal 2002 professore ordinario di teologia sistematica presso la Facoltà valdese di teologia di Roma, della quale è decano dal 2014.

Dello stesso autore

Nella stessa collana:
Testi della Riforma