Il tuo account
Finalmente libera!
Finalmente libera!

Finalmente libera!

Nove anni di carcere per blasfemia. La vera storia di una cristiana perseguitata del XXI secolo.

,
  3.00
Più di 5 copie con disponibilità immediata
Nostro prezzo  €16,00

14 giugno 2009. Asia Bibi è una contadina pakistana di fede cattolica, sposata e madre di due figlie. Quel giorno è impegnata nella raccolta di bacche insieme ad altre lavoratrici. Scoppia un diverbio con alcune donne di religione musulmana che la accusano di aver contaminato il recipiente per attingere acqua al pozzo. In quanto cristiana, non avrebbe dovuto usare lo stesso bicchiere: lei è haram, impura.

Il 19 giugno, le donne denunciano Asia alle autorità sostenendo che, durante la discussione, avrebbe offeso il profeta Maometto. Nonostante contro di lei non ci sia nessuna prova, viene condotta nel carcere di Sheikhupura. Condannata a morte per aver rifiutato di convertirsi all’islam, in seguito alle pressioni internazionali la sentenza viene sospesa, ma Asia dovrà comunque passare nove anni in prigione, tra sofferenze e privazioni.

Definitivamente assolta, oggi ha lasciato il Pakistan e vive in Canada con la famiglia. Questo libro-testimonianza è il racconto della sua vicenda, diventata il simbolo delle aberrazioni dell’estremismo religioso.

ISBN: 9788862407724
Produttore:
DV1
Titolo originale: Enfin libre!
Codice prodotto: 9788862407724
Dimensioni:
130 x 210 x 18 mm
Peso: 0,280kg
Rilegatura: Brossura
Numero di pagine: 221
Data di pubblicazione: 01.06.2020
Lingua: Italiano
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Asia Bibi

Asia Naurīn Bibi è una contadina pakistana cristiana, madre di due figlie. Tra il 2009 e il 2019 è stata protagonista di un’odissea giudiziaria. Condannata a morte per blasfemia contro l’islam, nel gennaio del 2019 è stata definitivamente assolta dalla Corte suprema del suo Paese.


Anne-Isabelle Tollet

Anne-Isabelle Tollet è giornalista, già corrispondente permanente in Pakistan. Determinata sin dal 2010 a salvare Asia Bibi mobilitando l’opinione pubblica mondiale, ha fondato l’associazione Comité international Asia Bibi.