Il tuo account

La preghiera di Iabez

La preghiera di Iabez

  5.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.

Fuori Stampa

Disponibilità
Prodotto fuori stampa non disponibile per l'acquisto
Nostro prezzo  €10,00

Descrizione

Il libro analizza un testo della Scrittura assai poco conosciuto: la preghiera che un personaggio di nome Iabez rivolge a Dio in 1 Cr. 4,10. Perchè la genealogia si ferma e siamo chiamati a concentrarci su questa breve invocazione?

Proprietà

ISBN: 9788880771708
Produttore:
Editrice Uomini Nuovi
Codice prodotto: 9788880771708
Peso: 0,170kg
Rilegatura:
Copertina rigida
Lingua: Italiano

Capitolo gratuito

1

Piccola preghiera,
grande premio

Iabez invocò il Dio d’Israele

Questo piccolo libro che hai fra le mani narra quello che succede quando cristiani normali decidono di ricercare una vita straordinaria che, quando si manifesta, si rivela essere esattamente il tipo di vita che Dio promette.
La mia storia inizia in una cucina con tavoli gialli e gocce di pioggia di dimensioni texane che battono sulle finestre. Era il mio ultimo anno di seminario a Dallas. Darlene, mia moglie, ed io, ci trovavamo sempre più spesso a passare del tempo a pregare e a pensare a quello che sarebbe accaduto successivamente. Dove avrei riversato la mia energia, la mia passione e la mia competenza? Che cosa voleva Dio per noi come coppia? Ero in piedi in cucina e pensavo alla sfida che ci aveva lanciato il cappellano del seminario dottor Richard Seume. “Volete una visione più ampia per la vostra vita?” aveva chiesto all’inizio di quella settimana. “Diventate perfezionisti per Dio”.
Un perfezionista, ci aveva spiegato Seume, è uno che fa un po’ di più di quanto è richiesto o di quanto ci si aspetta da lui. Per esempio, nell’arredamento, perfezionare significa dare il tocco finale alla tappezzeria e applicare pazientemente quegli extra ornamentali che fanno la differenza nella qualità e nel valore.
Il dott. Seume prese come testo la più breve delle biografie bibliche: “Iabez fu più onorato dei suoi fratelli” (1 Cronache 4:9). Iabez voleva essere di più e fare di più per Dio e, come scopriamo alla fine del versetto 10, il Signore gli accordò quanto aveva chiesto.
Fine del versetto. Fine della storia biblica.
Signore, voglio essere un per-fezionista per te, pregai e intanto guardavo fuori dalla finestra la pioggia primaverile battente. Ma ero perplesso. Che cosa fece esattamente Iabez per sollevarsi al di sopra degli altri? Perché Dio rispose alla sua preghiera? Mi chiedevo; e a quale scopo Dio aveva incluso quel piccolo profilo di Iabez nella Bibbia?
Forse fu a causa delle gocce di pioggia che scorrevano sui vetri della finestra, ma improvvisamente i miei pensieri arrivarono oltre il versetto 9.
Presi la Bibbia e lessi il versetto 10 - la preghiera di Iabez. Qualcosa nella sua preghiera avrebbe spiegato il mistero, doveva essere così. Trascinai una sedia verso il tavolo giallo, mi piegai sulla Bibbia, lessi la preghiera, la rilessi, la lessi ancora e ricercai con tutto il cuore il futuro che Dio aveva in serbo per una persona comune come me.
La mattina seguente pregai usando la preghiera di Iabez parola per parola.
Così feci la mattina successiva.
E quella successiva.
Trent’anni sono passati e non ho ancora smesso.
Se doveste chiedermi quale sia stata la frase, a parte la mia preghiera per ottenere la salvezza, che più ha rivoluzionato la mia vita e il mio ministero, vi direi subito che è stata la preghiera di un perfezionista di nome Iabez, che è ancora ricordato non per quello che ha fatto, ma per le parole pronunciate in preghiera e per quello che è accaduto successivamente.
Nelle pagine di questo libro voglio farvi comprendere le meravigliose verità contenute nella preghiera di Iabez per ottenere benedizioni e voglio prepararvi ad aspettarvi le risposte straordinarie di Dio come facenti parte della vostra normale esperienza di vita.
Come saprò che questo avrà un impatto significativo su di voi? Grazie alla mia esperienza e alla testimonianza di centinaia di altri credenti di tutto il mondo con i quali ho condiviso questi principi. Anche perché, e questa è la cosa più importante, la preghiera di Iabez emana la potente volontà di Dio per il nostro futuro e, da ultimo, rivela che il nostro Padre desidera darci tanto di più di quanto abbiamo mai pensato di poter chiedere.
Domandatelo all’uomo che non aveva futuro

IL PRODIGIO DELLA GENEALOGIA

Qualcuno disse una volta che è piccolissima la differenza fra le persone, ma che quella piccola differenza fa una grande differenza. Iabez non attraversa l’Antico Testamento come un Mosè o un Davide e non illumina il libro degli Atti come quei primi cristiani che misero il mondo sottosopra. Una cosa, però, è certa: la piccola differenza nella sua vita fece davvero la differenza.
Possiamo pensare a lui come al prodigio della genealogia o come al piccolo grande uomo della Bibbia. Lo troviamo nascosto nella parte meno letta di uno dei libri meno letti della Bibbia.
I primi nove capitoli di 1 Cronache sono dedicati alla elencazione dei componenti dell’albero genealogico ufficiale delle tribù ebraiche e comincia con Abramo e va avanti abbracciando migliaia di anni fino al ritorno di Israele dalla cattività. Che cosa può esserci di più noioso? La lunga lista di nomi sconosciuti e difficili - più di 500 - riesce a fare smettere di leggere anche il più diligente fra gli studenti della scuola biblica.
Consideriamo il capitolo 4. Discendenti di Giuda: Perez, Cherson, Carmi, Cur e Sobal... E questo è solo l’inizio.
Aumai
Isma
Idbas
Aselelponi
Anub...

Vi si perdonerebbe il gesto di mettere da parte la Bibbia per prendere il telecomando, ma attenzione, dopo l’elencazione di 44 nomi, all’improvviso c’è una piccola storia:

“Iabez fu più onorato dei suoi fratelli; sua madre lo aveva chiamato Iabez, perché diceva: L’ho partorito con dolore. Iabez invocò il Dio d’Israele, dicendo: Benedicimi, ti prego; allarga i miei confini; sia la tua mano con me e preservami dal male in modo che io non debba soffrire! E Dio gli concesse quanto aveva chiesto” (1 Cronache 4:9-10).

Nel versetto successivo la lista dei nomi della tribù di Giuda continua come se niente fosse accaduto: Chelub, Suca, Meir...
Qualcosa che si riferisce a quest’uomo Iabez, ha fatto sì che lo storico si sia svegliato dal monotono elenco dei nomi, si sia schiarito la gola e si sia detto: “Ah, fermi qui! Dovete saperne di più di questo tipo di nome Iabez. Vola più alto di tutti gli altri!”
Quale era il segreto della reputazione di Iabez che non venne cancellata dal tempo? Possiamo cercare in tutta la Bibbia, e io l’ho fatto, ma non si trovano su di lui altre informazioni se non quelle che abbiamo nei due brevi versetti di 1 Cronache:

 Le cose cominciarono male per una persona di cui non si sapeva nulla.
 Fece una preghiera insolita, di una sola frase.
 Le cose finirono straordinariamente bene.

L’esito della sua preghiera è riportata con chiarezza nella Scrittura. Qualcosa nella richiesta semplice e diretta a Dio da parte di Iabez cambiò la sua vita e lasciò un marchio permanente nei libri della storia di Israele:

Benedicimi, ti prego; allarga i miei confini;
sia la tua mano con me e preservami dal male.

A una prima lettura le quattro richieste possano colpirci perché sincere, sensate, persino nobili, ma non particolarmente degne di nota. Però, sotto la superficie di ognuna di esse, c’è una grande rottura di schemi e viene sovvertito il nostro comune modo di pensare. Nelle pagine che seguono voglio mostrarvi come ogni richiesta di Iabez possa liberare in modo eclatante il miracoloso nella nostra vita.

VIVERE OLTRE I LIMITI

Quando è stata l’ultima volta in cui Dio ha operato in voi in modo tale da non lasciarvi dubbi sul fatto che fosse stato proprio Dio a fare ogni cosa? Oppure, quando è stata l’ultima volta in cui avete visto accadere miracoli con regolarità nella vostra vita? Se siete come molti credenti che ho incontrato, non sapreste come chiedere tale tipo di esperienza e non sapreste neppure se dovreste chiederla.
Quello che voglio condividere con voi ha aperto molte vite all’opera potente di Dio per tanti anni. Di recente ero a Dallas per parlare della benedizione di Iabez e avevo davanti circa 9.000 persone. Dopo pranzo, un uomo mi disse: “Bruce, ti ho sentito predicare questo messaggio sulla preghiera di Iabez quindici anni fa e non ho mai smesso di fare questa preghiera. Il cambiamento è stato così sorprendente che non ho mai smesso”.
Dall’altra parte del tavolo, un altro amico si dichiarò d’accordo e disse che aveva pregato usando la preghiera di Iabez per dieci anni e i risultati erano stati gli stessi. L’uomo seduto vicino a lui, un chirurgo di Indianapolis, disse che faceva questa preghiera da cinque anni.
Dissi loro: “Amici, io faccio questa preghiera di Iabez da metà della mia vita”.
Poiché state leggendo questo libro, credo che condividiate il mio desiderio di ricercare una vita che sia “più onorevole” per Dio. Certo non volete che gli altri abbiano di meno, ma, per quanto vi riguarda, volete tutte le benedizioni di Dio, non vi accontentate di meno. Quando state davanti a lui per dargli il vostro resoconto, il vostro desiderio più profondo è di sentirgli dire: “Ben fatto!”
Dio ha davvero tante benedizioni non reclamate che vi aspettano; so che sembra impossibile e che può creare persino imbarazzo pensare di poter essere benedetti nel corso di giornate già dedicate completamente a servire il nostro io. Eppure quello scambio: il nostro bisogno dato per ricercare la pienezza di Dio, è stata la sua amorevole volontà per la nostra vita fin dall’eternità. Se davvero ci impegneremo con il cuore sincero, da oggi in poi possiamo andare avanti con la fiducia e l’aspettativa che il nostro Padre celeste faccia accadere questo nella nostra vita.
Pensiamo in questo modo: anziché rimanere sulla riva del fiume, chiedendo un bicchiere d’acqua per andare avanti ogni giorno, faremo qualcosa di impensabile - prenderemo quella piccola preghiera dal prezzo inestimabile e salteremo nel fiume. In quel momento cominceremo a permettere alle amorevoli correnti della grazia e della potenza di Dio di portarci avanti. Il grande piano di Dio per noi ci circonderà e ci porterà in una vita soddisfacente, piena di importanti aspettative.
Se è questo che volete, continuate a leggere.

I clienti che hanno scelto questo articolo hanno scelto anche:

Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Iscriviti alla Newsletter della CLC, ti terremo aggiornato sulle novità, le promozioni e molto altro.

La CLC è un'organizzazione internazionale che ha come scopo la distribuzione di Bibbie, Libri Cristiani e una vasta gamma di prodotti con contenuti Cristiani. La CLC opera in 49 paesi. È rappresentata da più di 170 librerie, 20 centri distribuzione e 18 case editrici. La CLC opera in ogni nazione in forma autonoma, unita però dalla stessa visione.
Conosci di più sulla CLC

Informativa sulla privacy. La e-libreria cristiana è un servizio offerto da Centro del Libro Cristiano S.r.l.. P.IVA: 10391600011.
Copyright © 1999-2017 CLC S.r.l., tutti i diritti riservati.