Il tuo account

Affrontando i giganti - "Il Libro"

Affrontando i giganti - "Il Libro"

  0.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.
Disponibilità
Più di 15 copie con disponibilità immediata
Nostro prezzo  €13,00

Descrizione

Sono trascorsi sei anni senza una stagione vincente e l’impiego dell’allenatore Grant Taylor è a rischio. Se gli Eagles, la squadra di football del liceo, non capovolgeranno la situazione – e presto – per lui sarà finita. Purtroppo l’asso della squadra si è appena trasferito in un’altra scuola e gli Eagles stanno perdendo ogni stimolo.
Sul fronte privato le cose non vanno molto meglio per Grant e sua moglie Brooke. La casa cade a pezzi. La vecchia automobile continua a tradirli. Il sogno di metter su famiglia si fa sempre più distante.
Quando tutto sembra andare sempre peggio l’allenatore Taylor egli Eagles scopriranno il vero senso della vita e si ergeranno al di sopra della paura e del fallimento che li avevano tenuti a freno così a lungo.

Prendendo spunto dalla sceneggiatura originale del film dei fratelli Alexe Stephen Kendrick Affrontando i giganti, Eric Wilson narra una storia epica e avvincente, in grado di appassionare lettori di ogni età e spingerli a interrogarsi sul senso della propria esistenza. E la risposta, che lo sviluppo del racconto rivela, è tanto semplice, quanto sorprendente.

Proprietà

ISBN: 9788880773139
Produttore:
Editrice Uomini Nuovi
Codice prodotto: 9788880773139
Peso: 0,330kg
Rilegatura: Brossura
Lingua: Italiano

Capitolo gratuito

Grant
D?accordo, l?auto non era nel suo stile. Se fosse stato ancora single si sarebbe messo alla guida di qualcosa di basso e artefatto, con un grosso motore a V, rombante sotto il cofano. E magari anche con qualche ammaccatura. E qualche chiazza di ruggine. Quanto basta per mostrare che la piccola aveva visto un po? di azione, aveva macinato qualche chilometro e non era roba con cui scherzare.
E invece si ritrovava alla guida di una Chevy Celebrity blu.
Non era un?auto di secondo piano. Era stato il loro primo grosso acquisto da sposati e Broke lo aveva convinto a comprarla asserendo che una quattro porte sarebbe ben presto stata una necessit?.
Lui aveva assentito. Non era pi? il Grant Taylor show. Adesso aveva una moglie a cui pensare e dei bambini da qualche parte lungo il tragitto.
Wow. Che pensiero avventato.
Decise che andavano stabilite delle priorit?. Era cos? che gli piaceva fare le cose; in ordine, con un piano specifico.
Un discreto successo come quarterback al college? Fatto.
Laurea in scienze e management sportivo come disciplina secondaria? Fatto.
Una sposa meravigliosa da otto mesi? Fatto.
Dio era stato buono con loro. E adesso, dopo anni di atletica e di studio da parte di entrambi, si avvicinava il momento del suo primo incarico di allenatore. Si stavano lasciando dietro certi cari ricordi alla Georgia Southern University, pronti a crearsene di nuovi in mezzo ai campi coltivati e ai noceti della piccola Albany, nell?angolo sud-occidentale dello stato.
?L?uscita ? questa, Grant?. Brooke si pieg? in avanti sul sedile passeggeri e guard? il cartello stradale indicante la US 80. ?Abbiamo ancora intenzione di fermarci, vero??
?Se ? questo che vuoi?.
?Non vuoi vederlo? Fu costruito nel 1880?.
?Sembra vecchio?.
Lei si tir? indietro i capelli biondi sopra l?orecchio e lo guard? di traverso.
?Va bene?, disse lui. ?Ci fermiamo?.
Una drastica deviazione. Un?altra piccola concessione da parte sua. E perch? no? Avevano tutta la vita davanti a loro. Secondo il navigatore, il tragitto da Statesboro a Albany avrebbe richiesto meno di quattro ore. Con il loro piccolo rimorchio ci avrebbero messo un po? di pi?, ma non molto.
Presto sarebbero entrati nel vialetto della casa che avevano acquistato due settimane prima, avrebbero scaricato i bagagli e avrebbero cominciato a trasformarla nel loro focolare. Se le cose fossero andate come da programma, se avesse avuto il genere di successo a lungo termine che l?allenatore Dooley aveva avuto nei suoi anni trascorsi all?universit? della Georgia, l?allenatore Grant Taylor sarebbe divenuto un uomo noto e centinaia, persino migliaia di ragazzi avrebbero rimarcato la sua influenza nelle loro giovani vite.
Stava passando dagli Eagles della GSU agli Eagles della Shiloh Christian. Per lui si era trattato di un buon segno. Stava volando alto. Se Brooke desiderava fare una piccola deviazione, allora l?avrebbero fatta.

Brooke
?Ahhh?, disse Brooke. Fece un saltello verso il ponte coperto e poi si gir? su s? stessa. Era da anni che sognava di visitare il parco nazionale George L. Smith. ?Ma guarda! ? cos? dolce?.
Grant si port? le mani ai fianchi. ?? un ponte. Con un tetto?.
?Costruito pi? di cento anni fa. Pensa, la gente ci passava sopra con i carri. Percorriamolo, dai?.
Suo marito non pareva per nulla impressionato.
?Suvvia?, disse lei. ?Pensavo di aver sposato un inguaribile romantico?.
?Nominami un solo giocatore di football che sia un romantico?.
?Tu?.
Lui diede un?occhiata all?orologio.
?Non m?incanti, Grant Taylor?. Lo prese a braccetto e se lo trascin? dietro, quasi saltellando di nuovo. ?Adesso facciamo una passeggiata insieme?.
Il Parrish Mill Bridge era fatto di legno stagionato scuro, con porte a due battenti ad entrambe le estremit?. Sotto la struttura era in funzione un mulino collegato a una diga. All?interno era fresco e silenzioso, a parte il suono del Fifteen Mile Creek che scorreva sotto di loro.
Brooke si ferm? e lasci? la mano di Grant. ?Riesci a vedere quello che sto facendo??
?No, ? troppo buio?.
?Aspetta che i tuoi occhi si adattino?.
?Io? Tu stai??
?Sto aspettando che tu mi dia un bacio?.
Non ebbe bisogno che gli dicesse altro.
All?uscita dal ponte trovarono un?altalena. Si sedettero a fianco a fianco e dondolarono al tepore del pomeriggio. Il sole stava lentamente calando, tracciando il contorno degli alberi e conferendo al cielo il colore di una pesca matura.
?Che cosa ti ricorda??
?Il nostro primo appuntamento?, disse Grant. ?Al Brooklet Peanut Festival?.
Al che lei non ebbe pi? nulla da aggiungere. Le bastava che lo ricordasse. Per giungere a quel luogo avevano oltrepassato case in rovina, cortili di tribunali e ville prebelliche che sembravano provenire dai set di Via col vento. Ma questo era il suo posto preferito fino a quel momento. Sembrava piacere persino a Grant.
Gli uomini, pens? Brooke. A volte sembrano proprio dei ragazzini che si atteggiano da duri.
Il semplice pensiero di avere un giorno un figlio tutto loro, la fece sorridere. Avrebbe avuto anche lui l?adorabile fessura tra i denti che aveva Grant? Avrebbe avuto gli occhi di sua madre? E se fosse stata una bimba? In quel caso Brooke sperava proprio che non ereditasse le folte sopracciglia dei Taylor.
?Che cosa stai pensando??
?A te e a me?, disse lei. ?Al nostro futuro insieme?.
?Non dev?essere male, a giudicare dal tuo sorriso?.

Grant
?Albany, stiamo arrivando!?
Grant guidava lungo la Highway 300, il gomito appoggiato sul finestrino abbassato. Ancora poche miglia prima di Dougherty County. Oltrepassarono coltivazioni di arachidi e qualche sporadico boschetto di cipressi con le radici immerse in nere acque paludose. I pini fiancheggiavano la strada per quasi tutto il tragitto.
Nonostante la stanchezza dovuta al viaggio, l?ingresso in citt? li riemp? di eccitazione. Erano arrivati. Luned? avrebbe fatto un giro nel campus della Shiloh Christian Academy, avrebbe incontrato la sua nuova squadra e avrebbe iniziato con i doppi allenamenti quotidiani per preparare i giocatori alla prima partita della stagione.
E alla prima vittoria.
Presto vincere sarebbe stata la regola alla SCA.
Dopo aver sganciato il rimorchio davanti alla loro casa di Old Pretoria si diressero a North Westover per mettere qualcosa sotto i denti.
?Che ne dici del Sonic??
?Qualsiasi posto?, rispose Brooke. ?Sto morendo di fame?.
Entrarono al Sonic drive-in. Non sarebbe stato all?altezza delle patate dolci fritte e dei biscotti fatti in casa di Brooke, ma si sarebbero accontentati. Nelle settimane e nei mesi successivi avrebbero avuto tante opportunit? di iniziare a riempire la casa di odori di vita e duro lavoro e buona cucina casalinga.
Grant raccolse la richiesta di Brooke, dopodich? premette il pulsante rosso e attese.
Un uomo dalla voce impastata: ?Buona sera. Volete ordinare??
?S?. Siamo nuovi in citt?, perci? abbia pazienza con noi?. Poi, non riuscendo a fare a meno di darsi un po? di arie, aggiunse: ?Sar? il nuovo allenatore alla Shiloh Christian?.
?La squadra di football degli Eagles??
?Esatto?.
?Wow! Sia lodato il cielo. La aspettavamo, allenatore Taylor. Abbiamo persino pregato?.
?Hai sentito?? disse Grant a sua moglie con enfasi.
?Una risposta alle loro preghiere?, sussurr? lei di rimando.
Continuando a sfoggiare un?espressione ridicola, Grant fece l?ordinazione.
Sua moglie fece scivolare una mano nella sua. ?Pare che riescano a riconoscere una cosa buona quando la vedono, allenatore Taylor?.
?Pare di s??.
?E naturalmente non abbiamo ancora vinto nessuna partita?.
?Ehi?.
?Ma succeder??, lo rassicur? lei. ?Ne vinceremo a bizzeffe?.
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Eric Wilson
Eric Wilson

Eric Wilson è un autore bestseller del New York Times, noto per romanzi che esplorano la tensione terrena tra il cielo e l'inferno. I suoi ultimi adattamenti a romanzo One step away e Two seconds late sono una rivisitazione ultramoderna di racconti biblici.

È anche l'autore dell'adattamento a romanzo del film October Baby, oltre che dei film prodotti dai fratelli Kendrick Affrontando i giganti, Flywheel e Fireproof.


I clienti che hanno scelto questo articolo hanno scelto anche:

Dello stesso autore