Il tuo account

Il vero regno

Il vero regno

  0.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.

Disponibilità immediata

Disponibilità
Più di 5 copie con disponibilità immediata
Nostro prezzo  €5,00

Descrizione

Gesù paragonò il Regno di Dio a un tesoro nascosto in un campo. Scoprire questo tesoro ha più valore di quanto ne abbia ogni altra cosa che possediamo. Nel vero regno Colin Urquhart rivela questo tesoro nascosto e ci fa vedere come si possa appartenere a questo regno, vivere la vita del regno ed entrare in possesso delle ricchezze eterne del regno. Allo stesso tempo, il dottor Urquhart fa presente quanto sia necessario prendere sul serio gli avvertimenti che Gesù dà sul pericolo di non produrre i frutti del Regno di Dio nella nostra vita. Questo libro può farci comprendere come vivere una vita soddisfacente sapendo di mettere in pratica la volontà di Dio, gioiendo di poter essere parte del Regno e guardando avanti verso il momento in cui quel Regno avrà la sua piena realizzazione in cielo.

Proprietà

ISBN: 9788880772439
Produttore:
Editrice Uomini Nuovi
Codice prodotto: 9788880772439
Dimensioni:
148 x 208 x 3 mm
Peso: 0,080kg
Rilegatura: Brossura
Numero di pagine: 48
Lingua: Italiano

Contenuto libro

IL VANGELO DEL REGNO; IL GRANDE TRASFERIMENTO; PARABOLE DEL REGNO - Il seminatore; PARABOLE DELLA CRESCITA - Il granello di senape; La zizzania; Il seme che cresce; Il lievito; Il tesoro; La perla; LA VITA DEL REGNO ORA - La pecora perduta; Il servitore spietato; Gli operai della vigna; I talenti; Gli affittuari; I SAGGI E GLI STOLTI - Il ricco e il mendicante; Le pecore e le capre; I costruttori saggi e quelli stolti; Il fariseo e il pubblicano; La rete; Le dieci vergini; Il pranzo nuziale; La vedova insistente.

Capitolo gratuito

1. IL VANGELO DEL REGNO


Gesù venne con la Buona Notizia del Regno di Dio, cioè del Regno celeste. Il Re del cielo si era fatto uomo per portare rivelazione riguardo alla natura di quel regno e anche per rendere possibile a noi di diventare parte di quel regno qui e ora! Infatti Gesù chiarì che, se non apparteniamo al regno di Dio mentre siamo sulla terra, non saremo in grado di ereditare quel regno dopo la morte!
La parola “regno” significa, alla lettera, nel Nuovo Testamento, il governo o il regno sovrano di Dio, perciò il suo regno esiste ogni volta che viene messo nel cuore e nella vita degli uomini. Nella preghiera definita, di solito, Padre Nostro, Gesù ci insegnò a pregare in questo modo:

“Venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà così in cielo come in terra” (Matteo 6:10).

Questo è il desiderio del cuore di Dio: di vedere il suo regno celeste stabilito sulla terra. La sua volontà sarà attuata qui, come è già attuata in cielo, perciò si può dire con sicurezza che tutta la missione del Figlio di Dio sulla terra era focalizzata sul regno. Gesù cominciò la sua predicazione e il suo ministero di insegnamento con queste parole:

“Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; ravvedetevi e credete al Vangelo” (Marco 1:15).

Dopo centinaia di anni di attesa per l’arrivo del Messia, il Figlio di Dio era venuto sulla terra. Perciò, il suo regno era a portata di mano, facile da raggiungere per uomini e donne pronti a ravvedersi e a credere. Ravvedersi non significa solamente avere il perdono dei peccati, ma anche rivolgere la vita verso Gesù Cristo, in modo che egli possa essere il Signore della nostra vita, possa stabilire il suo regno in noi e metterci in grado di compiere la sua volontà.

“In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio” (Giovanni 3:3).

Per ereditare questo regno, una persona deve ricevere una seconda nascita, una nascita dall’alto, dal cielo, una nascita portata avanti dallo Spirito Santo dentro il credente.
Chiaramente, questo deve essere un avvenimento portato avanti mediante il ravvedimento e la fede in Gesù personalmente come Figlio di Dio. Ricevere il dono del regno di Dio significa possedere vita eterna, la vita di Dio ora, la vita dello Spirito, una vita che non avrà mai fine. Anche se il corpo muore, lo Spirito del credente vivrà in eterno con Dio e niente lo potrà separare dal suo amore. Gesù disse:

“In verità, in verità vi dico: chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita” (Giovanni 5:24).

Il meraviglioso esito della nuova nascita è l’eredità del credente: il regno celeste ed eterno di Dio! Non aspettiamo la morte fisica per ereditare quel regno, esso deve essere ricevuto ora mediante il ravvedimento e la fede. Gesù rispose ai suoi discepoli:

“Non temere, piccolo gregge; perché al Padre vostro è piaciuto di darvi il regno” (Luca 12:32).

Non c’è niente che possiamo fare per meritare di entrare nel regno di Dio o per meritare un tale privilegio. Il regno di Dio è un dono a tutti coloro che credono davvero in Gesù e che si sono affidati a lui. Deve essere il regno di Dio nella loro vita ora che li metterà in grado di condividere la gloria celeste di Dio quando il compito a loro affidato sulla terra sarà stato svolto. Gesù spiegò quanto segue:

“Il regno di Dio non viene in modo da attirare gli sguardi; né si dirà: “Eccolo qui”, o “eccolo là”; perché, ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi” (Luca 17:20-21).
Ricevere Gesù come Signore e Salvatore significa ricevere il regno, il suo governo sovrano, il suo dominio dentro di noi. è ovvio, perciò, che chiunque abbia ricevuto un tale dono debba vivere di conseguenza, cioè come uno che appartiene a Dio, al suo governo Regale e che debba anche riflettere questa appartenenza nel modo in cui vive! L’apostolo Paolo dice questo riferendosi al regno in Romani 14:17-18: “perché il regno di Dio non consiste in vivanda né in bevanda, ma è giustizia, pace e gioia nello Spirito Santo. Poiché chi serve Cristo in questo, è gradito a Dio e approvato dagli uomini”.
Lo Spirito Santo vive dentro di noi e ci rende capaci di vivere come figli di Dio che appartengono al suo regno celeste. Questo avrà ramificazioni pratiche ora e per le nostre aspettative future!
Questo regno celeste è molto diverso dai regni terreni stabiliti dagli uomini; infatti, i principi secondo i quali viene governato il regno di Dio sono diametralmente opposti ai principi secondo i quali le persone vivono nel mondo naturale. Il regno di Dio è un regno spirituale, non un pezzo di terra o di territorio e Dio governa il suo regno secondo leggi o principi spirituali.
__________________________________________________
NON CI SARà FINE ALLA CRESCITA DI QUESTO REGNO.
__________________________________________________

Nell’Antico Testamento abbiamo promesse profetiche riguardo allo stabilirsi di questo regno. Isaia parla della venuta del Figlio di Dio:

“Poiché un bambino ci è nato, un figlio ci è stato dato, e il dominio riposerà sulle sue spalle; sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre eterno, Principe della pace, per dare incremento all’impero e una pace senza fine al trono di Davide e al suo regno, per stabilirlo fermamente e sostenerlo mediante il diritto e la giustizia, da ora e per sempre: questo farà lo zelo del Signore degli eserciti” (Isaia 9:5-6).

Il governo del regno deve essere sulle spalle di Gesù Cristo. Non ci sarà fine alla crescita di questo regno. Una volta che è stabilito, questo regno continuerà a crescere nel cuore e nella vita di un numero sempre più grande di persone. Sarà un regno di giustizia e pace, un regno eterno che non finirà mai.
In Daniele leggiamo:

“Il suo dominio è un dominio eterno e il suo regno dura di generazione in generazione” (Daniele 4:34).
“Perché è il Dio vivente che dura in eterno; il suo regno non sarà mai distrutto e il suo dominio durerà sino alla fine” (Daniele 6:26).

Questo non si può riferire ai regni degli uomini in questo mondo. Un regno si alza per conquistarne un altro e per sostituirlo; una dinastia ne segue un’altra, ma c’è una qualità eterna, una qualità che non muta nel regno di Dio. I santi di Dio, coloro che egli mette da parte per i suoi scopi, riceveranno questo regno, lo possiederanno per sempre.

“Poi i santi dell’Altissimo riceveranno il regno e lo possederanno per sempre, eternamente” (Daniele 7:18).
“Allora il regno, il potere e la grandezza dei regni che sono sotto tutti i cieli saranno dati al popolo dei santi dell’Altissimo; il suo regno è un regno eterno, e tutte le potenze lo serviranno e gli ubbidiranno” (Daniele 7:27).

La potenza e l’autorità di questo regno vanno ben oltre quelle dei regni terreni o di ogni altra autorità spirituale, inclusa quella del diavolo. Saranno i santi di Dio che parleranno di questo regno, dice Davide, affinché le generazioni successive possano avere rivelazione del regno di Dio.

“Tutte le tue opere ti celebreranno, o Signore, e i tuoi fedeli ti benediranno. Parleranno della gloria del tuo regno e racconteranno la tua potenza per far conoscere ai figli degli uomini i tuoi prodigi e la gloria maestosa del tuo regno. Il tuo regno è un regno eterno e il tuo dominio dura per ogni età” (Salmo 145:10-13).
__________________________________________________
LA POTENZA E L’AUTORITà DI QUESTO REGNO
VANNO BEN OLTRE QUELLE DEI REGNI
O DI OGNI ALTRA AUTORITà SPIRITUALE,
INCLUSA QUELLA DEL DIAVOLO.
__________________________________________________

Questo è un regno in cui la potenza e la gloria di Dio debbono essere rivelate. Paolo disse:

“Perché il regno di Dio non consiste in parole, ma in potenza” (1 Corinzi 4:20).

Che regno meraviglioso! E se Gesù è il nostro Signore e Salvatore, noi apparteniamo già a quel regno. Infatti egli ci dice che quel regno è già dentro di noi, stabilito nel nostro cuore e nella nostra vita. Un regno eterno dal quale non dobbiamo mai essere esclusi; un regno celeste; un regno di giustizia, pace e gioia; un regno di potenza e autorità; un regno della gloria di Dio che è nostro ora!
Gesù lo rese possibile per noi nel suo grande amore, e vuole che viviamo come figli di questo regno, che dimostriamo la sua vita e che facciamo vedere ad altri come essi possono diventare, a loro volta, appartenenti a questo grande e glorioso regno!
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Colin Urquhart
Colin Urquhart è un predicatore inglese. Cristiano, evangelico, apostolico e carismatico. È stato coinvolto nel Movimento carismatico tra il 1960 e il 1970. Fu il vicario della parrocchia di St Hugh, Lewsey Luton, Bedfordshire in quegli anni, e durante un periodo di quattro anni avvennero immensi cambiamenti. Nel 1974 egli scrisse un libro al riguardo di questa esperienza, uno di un certo numero di libri che lui screisse negli anni 79. All'inizio del 1976 si dimise dall'incarico che aveva in St Hugh's, e con la sua famiglia e altri due parrocchiani si spostò in una casa di proprietà di Fountain Trust una associazione internazionale rivolta al rinnovamento Cristiano in East Molesey, Surrey. Da questa base egli iniziò il suo ministero itinerante nazionale e internazionale, facendo fronte ai costi della sua attività soltanto con il frutto delle donazioni e vivendo sulla fede. Dall'inizio degli anni 80 ha iniziato ad essere più ampiamente conosciuto internazionalmente come scrittore e come predicatore ai congressi, ai raduni ed alle convention dei carismatici. Attualmente è impegnato con il suo ministero in Kingdom Faith in Sussex, Inghilterra dopo essere stato un capo di questa organizzazione.

I clienti che hanno scelto questo articolo hanno scelto anche:

Dello stesso autore