Il tuo account
Istituzione della teologia persuasiva Vol. 7
Istituzione della teologia persuasiva Vol. 7

Istituzione della teologia persuasiva Vol. 7

Sugli angeli

, (A cura)
  0.00
Solo 1 copia con disponibilità immediata
Nostro prezzo  €12,00

La credenza negli angeli ha avuto alterne vicende nel corso del tempo. Dalle costruzioni speculative più fantasiose, alla più radicale svalutazione. La storia della dottrina deve così registrare cambiamenti repentini e discutibili.
La cultura contemporanea, figlia ad un tempo del disincanto radicale e ostinatamente condizionata da una presunta pseudo-razionalità di lontana ascendenza illuminista, prova disagio davanti alla questione.

L’esistenza degli angeli e la loro funzione fanno però parte dell’insegnamento biblico ed è normale farsi guidare da esso.
La trattazione di Turrettini offre una prospettiva sistematica articolando la riflessione all’interno della storia biblica sfociando nell’area della teologia pastorale.

Anche per dare un’idea di come siano disposti i vari argomenti, il fascicolo si apre con una prospettiva d’insieme dell’intera Istituzione della teologia persuasiva. Si tratta di un’opportuna visione della struttura generale dell’opera che permette di capire dove sono collocate le varie sezioni.
ISBN: 9788897963974
Produttore:
BE Edizioni
Codice prodotto: 9788897963974
Dimensioni:
150 x 210 x 7 mm
Peso: 0,200kg
Rilegatura: Brossura
Numero di pagine: 101
Lingua: Italiano
Scrivi una recensione per questo prodotto

Commenti

Devi eseguire il login per aggiungere una recensione.

Francesco Turrettini
Francesco Turrettini, conosciuto anche come François Turretin (Ginevra, 17 ottobre 1623 – Ginevra, 28 settembre 1687), è stato un teologo calvinista svizzero, nipote di Francesco Turrettini seniore (1547-1628), nativo di Lucca ed emigrato a Ginevra nel 1592, e figlio di Benedetto Turrettini (Bénédict Turretin) (1588-1631) professore di teologia e diplomatico. Studia a Ginevra, Leida, Utrecht, Parigi, Saumur, Montauban e Nimes. Dopo essere ritornato alla sua città natale, è nominato pastore della locale chiesa evangelica di lingua italiana nel 1658 e insegna, come professore di teologia, all'Accademia di Ginevra dal 1653. È il padre di Jean Alphonse Turretin. Francesco Turrettini è noto specialmente per la sua zelante opposizione alla teologia di Saumur promossa da Moïse Amyraut e chiamata Amiraldismo, difendendo egli l'ortodossia del Calvinismo classico rappresentata dal Sinodo di Dordrecht. Difende la concezione calvinista ortodossa della doppia predestinazione e dell'ispirazione verbale della Bibbia sostenendo il Consenso elvetico del 1675. Fra gli scritti di Francesco Turrettini, di carattere soprattutto dogmatico, si ricorda oggi, in particolar modo, il suo Institutio Theologiae Elencticae (3 parti, Ginevra, 1679-1685) destinata a divenire un'importante opera di riferimento per la teologia sistematica del Calvinismo posteriore. La particolarità dell'Institutio consiste nell'impostazione in domande e risposte. Francesco Turrettini influisce particolarmente sul Puritanesimo ed è rivalutato oggi dai circoli calvinisti conservatori. John Gerstner, curatore di una versione moderna in inglese di quest'opera, chiama Turrettini: "il teologo più preciso della tradizione calvinista"

Pietro Bolognesi(A cura)
Pietro Bolognesi (Bologna, 22 aprile 1946) è un pastore e teologo italiano di fede protestante. Attualmente, vive a Padova. Formatosi nell’ambito delle Assemblee dei fratelli, è pastore di una Chiesa evangelica di Padova. Docente di teologia sistematica presso l’Istituto di Formazione Evangelica e Documentazione (IFED) di Padova e Fellow all'Institute of Reformed Baptist Studies presso il Westminster Theological Seminary della California e membro del comitato di referenza della Federazione dei teologi evangelici europei (FEET) e già membro della commissione teologica della Alleanza evangelica mondiale (WEA) e professore di teologia presso l'Istituto Biblico Evangelico (IBEI).

Nella stessa collana:
Istituzione della Teologia Persuasiva

Francesco Turrettini associa al termine teologia quello “persuasiva” in quanto si propone di convincere i suoi interlocutori della validità della concezione riformata. Parte così dalla questione da trattare, cui fa seguire in ordine progressivo le argomentazioni a sostegno della tesi esposta e risponde infine alle eventuali obiezioni.